Come vendere vino su internet

Di Fabio Rossi | Ecommerce

Giu 12
Come vendere vino su internet

Informazioni e consigli per vendere vino su internet

In queste settimane sono venuto in contatto con alcune cantine per i progetti per aprire e-commerce vino e quindi vendere vino su internet.

Tra un sorso di rosso e una confidenza, le preoccupazioni e le domande sono sempre le stesse:

  • Come aprire e commerce vino?
  • Come vendere il vino online?
  • Quanto dovremmo investire?
  • Cosa bisogna fare per aprire un ecommerce di vino?
  • Quante bottiglie possiamo vendere in un anno?
  • Come vendere vino online all’estero?

Le domande sono legittime anche perché aprire un ecommerce di vino è un progetto che deve essere condiviso con i soci produttori e bisogna sempre trovare un punto di congiunzione tra innovazione e tradizione.

Quando l’argomento è la vendita online di vino è facile passare dall’entusiasmo alla delusione, dalla speranza alla sfiducia in poco tempo.

Da un lato ci sono le testimonianze di successo delle cantine che stanno raccogliendo ottimi risultati di vendita, dall’altro lato ci sono anche storie di sconfitte e delusioni e la chiave è capire quali sono i fattori di successo e quali sono gli errori a evitare per aprire e-commerce vino.

Quindi che fare? Come intraprendere questa avventura, con un piano solido, concreto e con la consapevolezza del percorso da seguire per ottenere un risultato soddisfacente?

Abbiamo preparato un gruppo di articoli per aiutarvi a fare chiarezza e a dare alcuni concreti strumenti per affrontare un progetto di ecommerce per vendere vino su internet dedicato a tutte le cantine che vogliono aprire e commerce vino e vendere di più.

Negli articoli che seguono affronteremo tre argomenti fondamentali per la vostra strategia di vendita online di vini:

Come vendere vino su internet

Ma prima di procedere con gli articoli lasciatemi parlare del mercato online del vino e di alcuni casi di successo di cantine presenti online.

Il mercato online di vino in Italia ha grandi margini di crescita, basti pensare che negli stati uniti ben l’82% delle cantine vende i propri vini online e raccoglie con questa attività di vendita una media del 12% del proprio fatturato.

I progetti di vendita online di vino dei principali siti di ecommerce portano ad un fatturato pro capite che varia da alcune centinaia di migliaia di euro fino a qualche milione di euro di fatturato.

Le vendite di vino online in Italia sono inferiori allo 0,5% delle vendite totali e questi volumi sono dieci volte più piccoli dei volumi che si riscontrano in altri paesi europei come Gran Bretagna, Svezia, Germania, Francia.

I prezzi di vendita delle bottiglie di vino online sono abbastanza alti: dai 12 ai 20 euro con un valore di scontrino di circa 100 euro ad acquisto.

Il vino più ricercato è quello di qualità e di marca e sono molto apprezzate le confezioni speciali o le edizioni limitate.

Tra i casi di successo in Italia sicuramente il primo da raccontare è quello di una enoteca bergamasca: Wineshop.

Questo ecommerce di vino è stato un vero e proprio pioniere della vendita online di vino, infatti ha cominciato nel 1999 quando l’ecommerce valeva percentuali irrisorie del mercato.

Ora tante cose sono cambiate, ma la strategia di questa enoteca online è quella di aver da sempre selezionato prodotti di qualità ed aver coltivato nel tempo una clientela affezionata che apprezza i prodotti e li acquista nel tempo ma si fida anche delle novità e delle proposte.

Casi simili a quelli della enoteca Wineshop sono WineOWine, Tannico, Vino75, tutti marketplace multimarca che hanno fatto della promozione online e del marketing online la propria strategia di penetrazione nel mercato.

Nell’articolo nel quale parleremo di marketing del vino online abbiamo descritto nel dettaglio quali sono le azioni online e offline da compiere per aumentare le vendite sul territorio locale, sul territorio italiano e all’estero.

In questo articolo sono raccolte tutte le principali azioni per posizionarsi in modo stabile e diventare un punto di riferimento per i clienti.

Tornando ai casi di successo, bisogna citare Arpavini che raccoglie i migliori produttori vinicoli della toscana, la cantina del Barone di Ricasoli che vanta una tradizione millenaria e che ha creato un club esclusivo per la vendita dei suoi vini online e tanti altri.

Segui

Informazioni sull’autore

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico.
Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.
Acconsenti ai nostri cookie, se vuoi continuare ad utilizzare questo sito web sfruttandone tutte le potenzialità.

Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi